FANDOM


TramaModifica

Gwen e Morgana vengono aggredite da dei mercenari al servizio di un re barbaro e crudele durante il pellegrinaggio alla tomba del padre di quest'ultima, che, grazie all'aiuto dell'amica, riesce a scappare. Gwen, tuttavia, viene catturata dal capo dei briganti, che decide di portarla comunque da re Hengist spacciandola per Lady Morgana, convinto che Uther avrebbe comunque pagato il riscatto. Uther, venuto a sapere della disgrazia accaduta a Ginevra, nonostante le preghiere di Morgana, si rifiuta di spendere denaro e uomini per salvare una serva, quindi Artù, supplicato dalla stessa Morgana e spinto dai suoi sentimenti, parte di nascosto con Merlino
Merlin2x04 1
verso le terre dove viene tenuta prigioniera la sua amata. Merlino sospetta che Artù sia interessato a Gwen da un punto di vista più profondo di quello di un principe per una serva. A prova di ciò, durante il viaggio, Artù gli confida di non poter smettere di pensare a lei, ma che non riesce ad ammetterlo perché per loro non ci potrà mai essere un futuro a causa della volontà di suo padre Uther. Merlino, tuttavia, ribadisce che, secondo lui, quando sarà Artù il re le cose potrebbero cambiare. Artù sostiene di non pretendere che Ginevra lo aspetti fino ad allora, ma Merlino è convinto dei sentimenti di Gwen e crede che saprà aspettare. Intanto, durante un banchetto, Gwen riconosce in Lancillotto l'uomo che intrattiene re Hengist e i suoi ospiti duellando contro altri lottatori. La posta di questi combattimenti, in caso di sconfitta, era la morte: il perdente, infatti, era destinato ad essere mangiato pubblicamente da un enorme topo carnivoro, nudo e cieco, chiamato wildeon, che viveva nelle gallerie sotterranee che circondavano il palazzo a formare una fitta rete. Durante la sua prigionia, Gwen continua a fingere di essere Lady Morgana per non venire data in pasto ai wildeon, mentre Lancillotto, scoperta l'ubicazione della sua cella, comincia ad andarla a trovare e a prometterle che la libererà. Tra gli argomenti di conversazione, i due giovani parlano di ciò che è successo a Lancillotto da quando lui ha lasciato Camelot. Lui le racconta di essersi guadagnato da vivere nell'unico modo in cui era capace, cioè combattendo con la spada per intrattenere uomini come Hengist, e le confida di non trovare più un senso nella sua vita. Ginevra, tuttavia, lo conforta, dicendogli che in lui vede tutto ciò che c'è di buono al mondo, donandogli, così, una rinnovata speranza e un ideale in cui combattere. Fra i due comincia così a sbocciare un sentimento più profondo dell'amicizia. La sera seguente, il capo dei briganti di inizio episodio rivela ad Hengist che Gwen non è Morgana, allora il re lo dà in pasto al wildeon per avergli mentito. Intanto, dopo aver addormentato le guardie mettendo del sonnifero nel loro cibo, Lancillotto aiuta Gwen a fuggire, ma i loro tentativi di fuga vengono mandati a monte ed entrambi vengono catturati e legati nella gabbia in cui a momenti avrebbe fatto il suo ingresso il wildeon. Proprio quando sembrava che i due non avrebbero più avuto speranze di salvezza, Merlino e Artù, che nel frattempo, dopo mille peripezie, erano penetrati nella fortezza, riescono a liberarli e a uccidere Hengist facendolo mangiare dal wildeon. Durante la fuga dal castello di Hengist, Artù rimane malamente colpito dalle tenerezze che Gwen e Lancillotto si scambiano. Sulla via del ritorno, quando Lancillotto viene a sapere dagli sguardi di Merlino cosa c'è fra il principe e Gwen, decide di non intromettersi nel loro rapporto e decide di andarsene, chiedendogli di dire a Ginevra che lei lo ha cambiato profondamente. Quando la ragazza si sveglia e scopre che Lancillotto se n'è andato, resta profondamente delusa, perché credeva nella forza dei loro sentimenti. Vedendo Gwen piangere, Artù rimane sempre più ferito dal fatto che la ragazza sia più interessata a Lancillotto che a lui. Una volta tornati a Camelot, Artù porta Ginevra da Morgana e le due ragazze si stringono in un fortissimo abbraccio. Ancora abbracciata all'amica, Gwen guarda tristemente Artù, come se si sentisse in colpa per ciò che gli aveva fatto patire. L'episodio finisce con una battuta di Merlino, che cerca di consolare l'amico dicendo che lui sarà sempre al suo fianco.

Attori:Modifica

  • Colin Morgan - Merlino
  • Angel Coulby - Gwen
  • Katie McGarth - Morgana Pendragon
  • Brandley James - Artù Pendragon
  • Santiago Calebra - Lancillotto
  • Micheal Ballart - Bandito

Il prossimo episodio:Modifica

La Bella e la Bestia 1 parte